#borderclubs/7set17

Il viaggio e ciò che ci permette di ampliare la nostra conoscenza, vedere nuovi orizzonti, esplorare altri mondi e visualizzarlo da nuove angolazioni. Tra nuovi orizzonti e differenti punti di vista, vorrei raccontare i locali più interessanti del mondo, attraverso il mio viaggio.

Klaus Docupil
Klaus Docupil è un musicista e DJ Producer, che ama fondere le sfumature dell’elettronica con melodie house e dance, sperimentando l’utilizzo di strumenti tradizionali, con il sound elettrico…
Ama la musica in ogni sua forma, perché la musica è sempre un inizio, ma non finirà mai.
La sua musica è ispirata dalle vibrazioni che il mondo ogni giorno gli regala, in ogni angolo in cui c’è un’emozione, nasce quella “Fusion” di note.
Una frase in cui si riconosce è: Vorrei essere il musicista del silenzio di Dio…

 

L’estate ormai si sta allontanando, lasciando spazio ai colori dell’autunno. Quali saranno i club più frequentati quest’anno alle Baleari? Sono isole molto ambite per chi cerca relax, mare e movida.Oltre ai club e cocktail bar, ci sono numerosi ristoranti, dove poter assaggiare qualcosa di tipico spagnolo, magari a lume di candela. Ma non è certamente questo il nostro campo oggi.
Sul bordo del mare, tra i tramonti e le albe di Ibiza, Minorca, Maiorca e Formentera, andiamo alla ricerca delle location più interessanti.
Andiamo a Ibiza, l’isola che non dorme mai.                                              

Sole, mare azzurro e cristallino, spiagge cool, non sono certo gli unici motivi per cui la gente sceglie di trascorrere le proprie vacanze ad Ibiza. “Elvissa”, come si chiama l’isola in catalano, per quanto riguarda le Baleari, è la patria del divertimento notturno.
Uno dei luoghi principali per la vita notturna di Ibiza, è tra il capoluogo Ibiza e Sant’Antoni De Portmany, da dove si può fare il tour dei locali, con il “Disco-bus”, un autobus che ci trasporta ogni notte, girando le discoteche più interessanti.
Un consiglio: prendetevela comoda, perché le serate qui, non partono prima delle 2.00 di notte.
Nel cuore di queste notti, si potranno incontrare le “anime” più particolari della “Noche”, di ogni nazionalità e stravaganza, dalle modelle più eleganti, alle “Drag queen” più eccentriche.
Insomma qui convivono due anime, i due estremi della movida, dalla classica serata in discoteca, a quella più particolare ed inaspettata.
Ibiza offre una vasta scelta di locali dove passare le proprie insonni notti, per questo elencherò i locali, che a mio parere, sono sicuramente da visitare se vi troverete in questa magnifica isola.
Oggi parleremo di due locali: Pacha e Amnesia.

Pacha
Sicuramente è la discoteca più alla moda dell’isola spagnola, fondata nel 1973, e come simbolo il frutto più commercializzato a livello internazionale. Probabilmente uno dei locali più imitati ed amati al mondo. Sapete già di cosa sto parlando: il Pacha.
E’ ormai famoso in tutto il globo ed è diventato sinonimo di ottima musica, ospiti di alto livello, e qualità dei servizi.
Il suo interno, anche se non grandissimo, è strutturato su più livelli. Quando i DJ più famosi arrivano in questo locale per esibirsi, non aspettatevi spazio libero per le danze, accontentatevi di pochi millimetri di aria, ascoltate la musica e viaggiate con la mente, anche perché non potrete fare davvero altro per muovervi.
Se cercate un locale economico, non è il posto giusto, l’eleganza della discoteca, gli “Special Guest”, e come detto prima, il servizio al top, sono sicuramente un elemento distintivo, anche per quanto riguarda i costi dunque.

Amnesia
Passiamo da un estremo all’altro. Aperta anch’essa negli Anni Settanta, era chiamata anche “Troya Assassina”, dal nome di uno spettacolo molto famoso che oggi si tiene in un altro club. Offre musica varia con due gigantesche piste da ballo, spettacoli con esibizioni sulle corde, ballerine e molto altro.
Possiamo definirla, l’altra faccia della vita notturna di Ibiza, la discoteca per antonomasia. Locata a San Rafael e nominata per tre anni di fila ‘’miglior discoteca al mondo’’, l’Amnesia può ospitare fino a 5000 persone.
Per gli affezionati del genere, si possono trascorrere magici momenti nella musica degli anni ’80.
E’ anche possibile ballare sotto le stelle, grazie allo spazio esterno molto generoso. Consiglio di attendere l’alba in questo locale, e la sua “Fiesta de la espuma”, il nostro “schiuma party”, ma esageratamente più in grande.

Klaus Docupil

Milano, 7 settembre 2017

 

 


Un magazine del Nord Est d’Italia pensato e realizzato per un target medio alto di lettori. Un mensile che conquista migliaia di lettori ogni mese e tutto è curato nei minimi dettagli. Qualità dei contenuti, accuratezza nella scelta delle immagini, veste grafica inconfondibile e la realizzazione di pagine pubblicitarie che danno al cliente una vetrina unica e prestigiosa.

La rivista è curata da Marinella Musicante

Info Contatti Cell. 3277776830

Rivista Joi Magazine | Sito Internet