#BORDERCLUBS\25GEN2018

Restiamo a San Francisco, per descrivere altri interessanti locali che hanno attirato la mia attenzione, e dei quali vorrei raccontarvi storie e situazioni.

Smuggler’s Cove
Abbiamo lasciato Los Angeles, ma per non perdere l’abitudine, quando visitiamo il Smuggler’s Cove, è come ritrovarsi sul set del film Pirati dei Caraibi.
Io sono un collezionista di rum, ma una vastità del genere, non l’ho davvero mai vista. Mi hanno detto che ne hanno quasi 600 bottiglie, differenti per qualità, annata, sapore, provenienza e prezzo ovviamente.
In merito ai cocktail devo dire che quando sono troppi da scegliere nel menu, ad un certo punto ti stanchi e lasci decidere al cameriere. Ne hanno moltissimi. C’è una sezione specifica di drink caraibici. I barman sono esperti e veri professionisti del cocktail, ho davvero passato momenti fantastici in questo locale.
Per trovarlo devi andare al 650 di Gough St.
E’ aperto tutti i giorni fino a notte, ma consiglio di arrivare presto se vuoi sederti nel tavolo detto ‘nido del corvo’, vi lascio con la curiosità.

The Saloon
Se ami il jazz, devi andare al 1232 di Grant Ave, qui troverai il Saloon.
Mi hanno detto che questo è il locale più antico di San Francisco.
Aperto tutti i giorni da mezzogiorno alle 2 di notte, questo pezzo di storia cittadina, è il luogo perfetto per ascoltare un po’ di vero jazz old school e non solo.
I live iniziano solo la sera, quindi durante il giorno il locale è pressoché un normale locale arredato alla vecchia maniera. Porta i tappi per le orecchie se la musica troppo, e quando dico troppo intendo proprio troppo, alta ti da fastidio. Diciamo che non è un locale per fare semplicemente quattro chiacchiere.
Un avvertimento: quando sono stato io non accettavano carte di credito, cosa piuttosto rara negli States, ma in ogni caso, arrivate col contante.
I drink sono più a buon prezzo rispetto a molti atri locali di SF, e il tipo di clientela è davvero varia, diciamo di ogni età.

Cielo
Il locale si trova al 2225 Fillmore di St., ma non a San Francisco, a San Josè. Merita comunque la nostra attenzione.
Si trova sulla terrazza del Valencia Hotel, lungo la Santana Row, ed è il locale giusto per una serata indimenticabile.
Qui si può ammirare uno dei tramonti più belli da ricordare in California. Se la serata è leggermente ventilata e porta quel fresco tipico di queste zone, allora ci si può scaldare davanti ai cammini preparati ad-hoc per un po’ di romanticismo.
Lo consiglio per fare aperitivo, e poi partire molto carichi per affrontare la serata.

Bootie SF
Se hai voglia di ballare, e ti trovi ad Harrison, sempre in California, la direzione che devi prendere è quella del Bootie SF.
Questo locale ha una vasta e accurata scelta musicale e, non essendo troppo elegante, puoi adottare dress-code casual.
Il biglietto d’ingresso è alla portata di tutti.
Anche questo locale è sprovvisto di pos, quindi prepara i contanti.
Il Bootie SF si trova alla DNA Lounge, lungo l’11° strada a Harrison. Se ti torna un po’ di appetito con tutto quel ballare, c’è una pizzeria non molto distante. Non aspettatevi la nostra pizza, ma non è male, e per gli affamanti va benissimo.

The Mighty
Al 119 di Utah St., nel quartiere Mission, tornati a San Francisco, si trova il The Mighty, un piccolo club, che però ospita spesso DJ che provengono da tutti gli USA. E’ aperto dal giovedì al sabato.
E’ ben organizzato, con parcheggio gratuito e due ottimi bar.
Nonostante qui si possa pagare con carta si credito, io consiglio sempre di girare con un poi di cantante, perché la California è uno Stato un po’ particolare sotto questo aspetto.
La musica varia dal funk alla house, spaziando davvero tanto tra generi, quindi potrebbe essere che non tutti gradiscano il tipo di sound. Per questo consiglio di collegarsi online sul loro sito, e controllare sempre il tema della serata prima di andarci. Se sei online, ti consiglio già di scaricare il biglietto per l’entrata, così eviti code a volte davvero troppo lunghe.


Un magazine del Nord Est d’Italia pensato e realizzato per un target medio alto di lettori. Un mensile che conquista migliaia di lettori ogni mese e tutto è curato nei minimi dettagli. Qualità dei contenuti, accuratezza nella scelta delle immagini, veste grafica inconfondibile e la realizzazione di pagine pubblicitarie che danno al cliente una vetrina unica e prestigiosa.

La rivista è curata da Marinella Musicante

Info Contatti Cell. 3277776830

Rivista Joi Magazine | Sito Internet