Alex Belloni

Alex Belloni
Nasce come dj nel 1996 con lo pseudonimo Mr.Axe, partendo da un’emittente locale milanese, “ Radio Musica”, che trasmette i suoi dj set mixati, creati, con la sua più grande passione, i vinili.

Viene di seguito lanciato immediatamente nel noto Old Fashion, dove si esibisce la domenica pomeriggio, per poi passare in altri importanti locali come il Time , Il Tempio e persino l’Hollywood.

Alex impara ad usare sempre più sapientemente, anche il microfono e a diventare così oltre che disc jockey, anche uno, dei più importanti vocalist emergenti, di quegli anni.

Parte una nuova avventura per lui, con un’agenzia che si occupa di arte e spettacolo, lasciando il segno in moltissimi locali, con la sua innata forza e grinta, sia in Lombardia che in Piemonte. Da ricordare, assolutamente, il Roncaccio, meraviglioso locale, situato, tra l’Italia e la Svizzera, dove viene accolto da vera superstar, nonostante la sua giovanissima età allora.

Un’ altro ricordo indimenticabile, è la serata alla Corte delle Stelle, dove si esibisce, condividendo la consolle con il collega Alex Neuret, ottimo dj e producer e i famosi Marco Ravelli e Matteo Epis, allora voce e dj, della gloriosa, DISCORADIO.

Intraprende, finalmente, la sua carriera, gestendosi completamente da solo, per potersi esprimere pienamente in libertà, anche se in diverse strutture, tutti gli artisti, vengono pilotati, lui riesce ugualmente a mettere in risalto le sue doti da dj e da artista irriverente e sopra le righe, ma anche la sua voce accattivante e assolutamente musicale, in particolar modo allo CHOPIN a Locate Triulzi, dove dà spettacolo in serate davvero meravigliose, con la presenza scenica di alcuni noti artisti, tra cui : Giorgio Prezioso, The Sound Lovers, Kim Lukas, Lia De Baia, Dario Ballantini e l’americano Darryl Pandy.

Tenta la strada del dj, tecnico audio-luci in Tunisia, ma essendo ormai un vero e proprio animale da palcoscenico, deve subito rientrare in patria per continuare, il suo ormai, acceso percorso.
Raggiunge mete importanti, portando la sua musica e la sua voce al forum d’Assago, nello storico capodanno 1998/99, nominato l’ultimo capodanno del secolo, dove lascia uno straordinario e indelebile ricordo di se, insieme ad artisti del calibro di Franchino, Ricky LeRoy, Gigi D’Agostino, Articolo 31.

Prosegue per la sua strada girando molti locali, discoteche, club ma improvvisamente, sperimenta il suo lavoro in un noto Night Club, dove solitamente un dj perde visibilità, esibendosi tutte le sere nello stesso posto, in un luogo, non frequentato di certo per la buona musica o per un bel dj set. Lui, invece, voglioso di imparare e di perfezionarsi, affina la tecnica da vocalist, imparando anche a presentare in maniera sciolta e diretta e soprattutto ad interagire a pieno col pubblico, creando un affinità intensa e una gran partecipazione, tanto che persino, in un ritrovo simile, viene apprezzato per le sue doti artistiche, che ancora una volta, sbalordiscono tutti.

Si trasferisce brevemente sul Lago maggiore, dove si esibisce in alcuni locali della zona e soprattutto porta assieme ad altri suoi collaboratori, la tribal house in una piccola città dove non si conosceva ancora quel genere. Nel frattempo nel 2002 vince il premio nazionale come miglior vocalist/dj animatore Italiano, al concorso nazionale “Dj Trip” presso la Baia Imperiale premiato dal leggendario Esa (OTR), con in giuria esperti del settore ,tra cui il mito Dj Aladin e l’importante dj, producer e voce Luca Zeta, che riconosce in lui un vero e proprio talento naturale ma da affinare ulteriormente.

Alex assimila i consigli dell’artista come fossero oro colato e porta così il suo premio in Svizzera, diventando la voce ufficiale Italiana Dell’Alcatraz (Riazzino), l’attuale Vanilla. Viene ospitato al Vanità di Vigevano, come special guest e si esibisce persino insieme al suo artista preferito, in un’altra location, l’incredibile Roberto Carbonero, a cui Alex deve molto.

Il passo è ormai breve, il piccolo dj e vocalist, stà diventando una vera e propria icona, uno show man, un’artista completo, un pezzo di storia del mondo, delle discoteche, dei club e dei locali in generale.

Si ferma di seguito per un breve periodo, che dura qualche mese, per motivi personali, ma si dice che la fenice risorge dalle proprie ceneri. Quindi torna nella sua Milano e ricomincia quasi da zero. Umile e combattivo come è sempre stato, dopo essersi esibito in qualche piccolo locale, approda nuovamente in altre location stratosferiche, come il Noon, il Roxanne, il Contatto , Le Rotonde di Garlasco, il Pavarotti, il Crystal e non solo.

Stanco di non aver fissa dimora, in un’unica location, diventa resident dj del Fifteen. Un piccolo ma particolare disco pub. Ogni tanto si stacca per far presenza in eventi importanti, tra cui il ritorno per una notte all’Old Fashon, affiancando la dj gallese Catrina Davies. La folla lo accoglie come un eroe, lui commosso, la dove era nato tutto, capisce che era l’ora di dare la svolta definitiva alla sua carriera, diventando così il DJ Resident dello storico Loolapaloosa a Milano, dove risiede per anni e viene ribattezzato con il suo vero nome, ma abbreviato, ovvero Alex Belloni. Il popolo della notte, impazzisce totalmente per lui, riconoscendo in Belloni, un elemento incredibile e unico, mai visto prima, impossibile da paragonare a chiunque altro.
Questa, la tanto attesa incoronazione di un artista maturo ed esperto, tanto che viene nominato, Il Re di Corso Como.

Da quel magico momento, nel giro di poco, fa’conoscere il suo vero nome, al grande pubblico e a gli addetti ai lavori in maniera massiccia, passando per il Cost, il Fisrt Floor, il Crazy Jungle, lo Shue, The Beach, il Bloody Mary ed esibendosi come guest persino a Milano Marittima e in altri numerosi locali.
Da citare le serate dove si esibisce accanto a Prezioso e Dj Fish, al Crazy Jungle e The Beach.

C’é da ricordare, che nel 2011 intraprende persino, la strada del producer, assieme ad alcuni abilissimi colleghi, unendosi al team “ HOMEBOYZ”. Rilasciando brani a diverse etichette. Davidance, Phoenix Found, ecc. Poi, insieme all’italo francese, Robber Hawk , dà vita a progetti di vari generi, dall’house, alla deep, dalla dance, alla techno, tech house per Veinet Records e Mk Records.

Un altra importante esperienza per Alex, è quella come Dj e reporter all’interno del programma Musicomio (Radio Mania), noto show del Lazio, dove con lui, superano, in una puntata, i 18.000 ascoltatori.

Giunge il momento di tornare all’estero. Arriva la sua incredibile serata in Romania, come special guest italiano, dove riscuote un enorme successo e una grande risposta da parte del pubblico che gli mostra affetto e rispetto, mentre lui si innamora immediatamente di quella terra.

All’ Mgm Summer Club a Tulcea é riuscito a farsi notare da un pubblico per lui completamente “nuovo”, dando vita ad una serata davvero pazzesca.
Continua ad essere il Dj Resident del Bloody Mary ma arriva anche al Castello di Pomerio ad Erba nella serata di capodanno per due anni consecutivi, dove strega completamente il pubblico che lo segue fino oltre l’orario concesso.

Di seguito ai suoi live, in altri locali come guest, dove spicca il talento e l’esperienza e il TOCCO MAGICO, che lo contraddistinguono, arriva una delle date piu’ importanti, dove si esibisce davanti a ben 150.000 persone.

Il Milano Pride , sul Carro del Coordinamento Arcobaleno, associazioni GLBT, dove una gran parte della popolazione Milanese e anche tutti i visitatori, lo accolgono con un inaspettato affetto e lui risponde immediatamente con grande emozione ,con una delle sue più grandi performance in assoluto in 20 anni di Carriera.
Altra data da citare, il Pool Party a Merate dove ancora una volta si distingue e naturalmente la splendida serata sulla terrazza dell’Hub Hotel ( zona Expò ) dove si supera ancora una volta, in mezzo ad altri artisti.

Da citare assolutamente il fatto che Alex si è espresso accanto ad artisti incredibili, oltre i sopracitati, eccone alcuni: Jack Master Pez, Massimino Lippoli, Ugo Lucchese, Mario Più, Gradiska, Paolo Noise, Alberto Visi.

Attualmente Personaggio con più caratteristiche professionali: dj – vocalist – producer – speaker e autore radiofonico.
La cosa interessante é che sfodera le sue caratteristiche a seconda della serata , evento o altro, cercando sempre di fare la cosa che a lui sta’ più a cuore, soddisfare il pubblico e cercare sempre di farlo emozionare.

L’originalità, il continuo mutamento, il sapersi adattare , lo stupire , la sua grinta, il suo essere personaggio, sono le caratteristiche che distinguono Alex da tanti altri e chi sa’ percepire queste importanti cose, vede il lui molto di più che un semplice DJ.

In lui, ai giorni d’oggi, albergano e spiccano tre anime, coltivate e maturate dal suo infinito background. Quella più per tutti, per così dire, con musica a 360 gradi, dagli anni 70 ad oggi e quella più per intenditori, dal sapore house, deep, nu disco, jacking e funky house. In fine la terza, quella tech house, techno, minimal, dove, intreccia suoni ricercati, accattivanti e mai scontati.
Autore di ben 3 programmi radio. , Infine si concentra su uno, quello dove racconta non solo il suo percorso ma anche quello di tanti altri dj e producers, noti, esperti, emergenti.

Il programma si chiama MASTER DJ, ed è un vero e proprio viaggio nel mondo dei dj, producers e della notte, dove gli artisti raccontano la propria storia, l’approccio con la consolle, col pubblico, la loro musica. Si parla anche di eventi passati e futuri, serate da non perdere, un percorso acceso sia davanti che dietro le quinte con molti altri contenuti tutti da scoprire.
Cosa fa’ nel dettaglio un dj, un producers, che lavoro c’è dietro prima di esibirsi live o di completare un disco in studio e come si intraprende questo mestiere o passione .

Alex nel suo amato Master Dj che conduce con La Mema e la regia di Robber Hawk, ha intervistato Enrico Logallo, Daniele D’Alessandro, Luca Dorigo, Massimo Lippoli, Dj Jump, Jenny Dee, J Art, Roberto Intrallazzi ( The Cube Guys ), German ( The Sound Lovers ), Luca Zeta, Ricky Montanari, Obi Baby, Franco Moiraghi, Roland Brant, Shorty, Molella, Fargetta, Luke DB, Flavio Vecchi, Rudeejay, Matrix, Nathalie Aarts ( The Sound Lovers ), Emanuele Inglese, Outwork, Gigi de Martino, Dj Dado, Joseph ( Brothers ), Cristiano Ricciardi, Stefano Albanese, Roberto Carbonero, Robert Eno ( Relight Orchestra ), Proudly People, Luca Colombo, Dj Aladin e ne intervisteranno altri, altrettanto straordinari.

Il suo intento é far conoscere a piu’ persone possibili gli artisti, facendo davvero capire cosa significa essere dj e producers in italia, distinguendo così i veri, da quelli fasulli e cerca inoltre di dare un significato corretto e importante ad uno dei lavori, attualmente e non solo, piu’ ambiti al mondo, mostrando la vera anima del disc jockey.

Nel 2017 viene annunciato,il suo grande ritorno al Milano Pride. Si esibisce davanti a ben 200.000 persone stavolta, dove non riesce a nascondere, tutta la sua commozione, ma riesce a lanciare il suo messaggio: “la musica è unione, siamo tutti persone, non c’è distinzione”.

La stagione 2017, 2018, si preannuncia come una grande sfida, per il piccolo grande eroe Milanese.
Master Dj diventa uno dei programmi più straordinari, trasmessi nelle web radio e Alex decide di creare insieme a Robber, lo staff del secolo.

Lo staff del sito Djproducers.it, che lavora in parallelo con Master Dj.
Ecco i nomi che compongono questa immensa squadra: Alex Belloni, Robber Hawk, Antonio Manero Spaziani, Max Tonon, Klaus Docupil, Luke DB, Gigi de Martino e Shorty.
Il sito nel giro di pochi mesi, con le sue fantastiche rubriche e tutto il resto, supera le 100.000 visite.

Alessandro diventa di seguito, l’autore della rubrica speciale sul mondo del Djing, sulla nota rivista, Joi Magazine, dove ogni mese da consigli sul suo settore, ma racconta anche una parte di se e naturalmente, i suoi, immensi, collaboratori.

Continua il suo cammino al Bloody Mary, dove è ormai un’istituzione. Regala 2 capodanni di fila all’As Hotel di Limbiate. Dove nel primo anno, si presenta, musicalmente parlando, nel secondo anno, si fa amare.

Finalmente nel 2018, anche l’atteso debutto in consolle al Botox Matinee, il noto after Milanese, dove apre la serata, da vero signore.

La musica e il suo viaggio continuano, nei suoi ormai 22 anni di esperienza e vi sembrerà incredibile da dire, ma in questa biografia, sono citate molte cose, ma non tutte.
Alex Belloni è riconosciuto attualmente come uno dei dj più esperti e capaci della scena Milanese. Ma anche per il suo carattere socievole, il fare divertente e coinvolgente, la semplicità, le genuinità, la fantasia, l’estro, la sua immensa energia e la sua assoluta unicità.

 

Songs

Videos


Un magazine del Nord Est d’Italia pensato e realizzato per un target medio alto di lettori. Un mensile che conquista migliaia di lettori ogni mese e tutto è curato nei minimi dettagli. Qualità dei contenuti, accuratezza nella scelta delle immagini, veste grafica inconfondibile e la realizzazione di pagine pubblicitarie che danno al cliente una vetrina unica e prestigiosa.

La rivista è curata da Marinella Musicante

Info Contatti Cell. 3277776830

Rivista Joi Magazine | Sito Internet